Rabbit Hole

Corso "La burla e i meccanismi comici" con Stivalaccio Teatro

Introduzione al mondo della burla e dei meccanismi comici.

Attraverso l’improvvisazione proveremo a capire gli incidenti che causano la risata, il rapporto complesso che l'uomo ha con gli oggetti e gli eccessi, per essere in grado di giocarci da soli o in gruppo. Imparare ad improvvisare ascoltando tutti gli stimoli che provengono dall’esterno e soprattutto da chi recita con noi sul palco.

L’ascolto dell’altro, appunto, come strumento fondamentale per creare. Essere capaci di far nascere un’idea attraverso il gioco dell’improvvisazione, seguendo regole e meccanismi ben precisi che ci aiuteranno a costruire situazioni comiche e assurde.

Ci divertiremo a creare cascate d’incidenti, mondi fantastici che si costruiscono e distruggono attraverso la pantomima e l’evocazione sonora. Lavoreremo sull’invenzione verbale e fisica, sul paradosso e sulla creazione di scene corali prendendo spunto dalla quotidianità. Energia, fantasia, ritmo e ascolto saranno i punti chiave del nostro lavoro.

Fasi di Lavoro

    Riscaldamento
    Preparazione del corpo e scomposizione
    L'analisi del movimento
    Improvvisazione da solo e in gruppo
    La musica come costruzione drammaturgica della scena
    Rapporto con l’oggetto
    Regole e meccanismi d’improvvisazione

Stivalaccio Teatro

Il corso sarà tenuto da Stivalaccio Teatro. Stivalaccio Teatro nasce nel 2007 come compagnia di teatro popolare, dall'incontro tra Michele Mori e Marco Zoppello. Nel 2013 si uniscono Sara Allevi e Anna De Franceschi. I quattro attori condividono una stessa formazione di teatro fisico-gestuale basata sulle tecniche della commedia dell'arte, la danza, il nuovo Mimo e il nuovo Clown, ma soprattutto hanno una comune visione di teatro: Alla base del nostro lavoro c'è la ricerca di un teatro che possa parlare a tutti. Vogliamo uno spazio dove il teatro diventi sinonimo di comunità. Crediamo nello stupore, nell'artigianato, negli oggetti che si trasformano e nella parola che diventa corpo. Un teatro popolare e popolato di persone, di idee, di luci e di storie da raccontare.

"Crediamo nello stupore, nell'artigianato, negli oggetti che si trasformano, nella parola che diventa corpo e nel corpo che parla. Evviva il riso, quello sano che evoca e abbatte i muri e ci permette di essere un poco naif. Un teatro popolare e popolato di persone, di idee, di luci, di sguardi e di storie da raccontare. VIVA IL TEATRO, VIVA LA COMMEDIA!"